Elementi Navigazione

2016

15 dicembre 2016

Pier Luigi Nervi – Art and Science of Building

Nell’ambito della manifestazione Ciao Philadelphia 2016, organizzata dal Consolato Generale d’Italia, la ACI Convention and Exhibition ha ospitato dal 23 al 27 di ottobre scorso la mostra “Pier Luigi Nervi – Art and Science of Building”. Con i suoi numerosi capolavori, Pier Luigi Nervi contribuì in modo determinante allo sviluppo dell’architettura strutturale in tutto il mondo e fu uno dei designer e costruttori più importanti e innovativi del 20° secolo.

Nel 1957, Nervi fu definito da Time il “Poeta del Calcestruzzo” e dal 1969 diventò membro onorario dell’ACI (American Concrete Institute). La mostra, sponsorizzata anche da Buzzi Unicem ed arricchita con alcune immagini provenienti dall’Archivio Storico della nostra sede, presenta alcuni dei suoi più importanti lavori.

L’esposizione di Philadelphia, la prima di un grande tour negli Stati Uniti, contribuisce ad approfondire il rapporto tra Nervi ed il continente Nord Americano dove, a partire dagli anni ’50, l’ingegnere italiano ha lavorato ad importanti progetti, come il George Washington Bridge Bus Terminal di New York, la torre di Piazza Vittoria a Montreal, l’aeroporto di Newark e la St. Mary Cathedral di San Francisco, oltre a numerosi complessi sportivi. La mostra si compone di 20 pannelli descrittivi con foto e riproduzioni a colori di suoi disegni ad alta risoluzione, testi e video.

17 novembre 2016

Buzzi Unicem torna alla Fabbrica delle idee - SAIE 2016

Buzzi Unicem ha rinnovato la sua presenza all’edizione 2016 del SAIE, appena conclusa. Anche quest’anno lo stand dell’azienda è stato ospitato nell’area Federbeton - la federazione di settore delle Associazioni della filiera del cemento, del calcestruzzo e dei materiali di base per le costruzioni.

L’Associazione ha rinnovato il suo impegno con il SAIE con il format, ormai consolidato, della cosiddetta 'Fabbrica delle idee', un importante momento di confronto con le diverse figure del mondo istituzionale, industriale e tecnico sul futuro delle costruzioni, sull'innovazione tecnologica ed ecologica connessa alla sostenibilità e alla sicurezza del territorio. L’appuntamento per la prossima edizione del SAIE è tra due anni, nel 2018.

29 luglio 2016

ZAPA Beton compie 25 anni

Lo scorso 19 giugno, ZAPA beton ha festeggiato i primi 25 anni di attività con un evento speciale tenutosi presso la centrale di betonaggio di Kačerov, a Praga. Circa 500 persone hanno preso parte alla cerimonia: i dipendenti con le loro famiglie, i fornitori, i clienti che operano in Boemia ed alcuni rappresentanti delle istituzioni, come il ministro delle finanze Babis. Per l’occasione, l’impianto di Kačerov è stato trasformato in un parco divertimenti con diverse attrazioni per i più piccini e punti ristoro, il tutto allietato da due gruppi musicali.
All’evento ha partecipato anche Jaromír Jágr, stella del hockey su ghiaccio nazionale, giocatore pluridecorato della NHL americana, vincitore di due Stanley Cup e campione del mondo con la sua nazionale. Da anni ZAPA Beton sostiene la scuola di hockey creata da Jaromír Jágr a Praga.
La prossima celebrazione del giubileo è prevista il 10 settembre, presso l’impianto di Hulín, in Moravia.

21 giugno 2016

San Antonio celebra il centenario delle strade in calcestruzzo

Il 21 di maggio, la città di San Antonio ed i rappresentanti dell’industria del calcestruzzo hanno celebrato il centenario di Belknap Place: la strada in calcestruzzo più antica esistente in Texas. Per l’occasione è stata affissa una targa commemorativa preparata dalla Commissione Storica dello Stato del Texas.
La strada in calcestruzzo, lunga più di un chilometro e larga 12 metri, è stata costruita nel 1914 ed ha sempre funzionato in modo ammirevole grazie ad una pavimentazione resistente che ha richiesto pochi interventi di manutenzione negli anni e che ha vissuto l’evoluzione dei mezzi di trasporto passando dalle carrozze trainate dai cavalli, alle automobili, camion e bus.

La strada è stata realizzata con il sistema brevettato “Granitoid” che consiste nel gettare due strati di calcestruzzo fresco su fresco prodotti con aggregati grossolani e durabili, uniti ad una miscela ricca di malta per lo strato superficiale. La finitura della strada a forma di mattone creava il giusto attrito per gli zoccoli dei cavalli.
Per i festeggiamenti è stato anche preparato un cocktail serale presso la Baumberger Estate, una dimora storica in calcestruzzo costruita nel 1929 da Charles Baumberger Sr, presidente per molto tempo di Alamo Cement e uno dei primi membri del consiglio PCA (Portland Cement Association).

All’evento hanno partecipato il president e CEO della PCA Jim Toscas, le società Alamo Cement /Buzzi Unicem USA, CEMEX e Texas Lehigh Cement, la Texas Aggregates and Concrete Association, la Texas Concrete Pavement Association oltre alla American Concrete Pavement Association e la National Ready Mixed Concrete Association.

21 gennaio 2016

SOLIDUR, un protagonista consolidato nelle bonifiche SIN

L’impresa Ing. E. Mantovani di Padova ha scelto Buzzi Unicem e il suo premiscelato pronto all’uso per miscele plastiche autoindurenti SOLIDUR per la bonifica della discarica “Vallone Moranzani”, censita come “Sito a Interesse Nazionale” (SIN) sul territorio comunale di Venezia. I lavori prevedono la costruzione di un nuovo impianto di discarica per rifiuti non pericolosi e rifiuti pericolosi stabili e non reattivi sopra tre vecchi siti di stoccaggio di rifiuti industriali. La capacità di ricezione della nuova discarica sarà superiore ai 2.000.000 m3. I lavori di diaframmatura sono iniziati nel 2014 e saranno con molta probabilità ultimati entro aprile 2016. La cinturazione perimetrale dell’area è in corso di realizzazione, mediante un diaframma plastico dello spessore di 80 cm a profondità variabile. Il diaframma impermeabile è realizzato con il prodotto SOLIDUR 274 Speciale, con densità 1,20 g/cm3, e composto da leganti cementizi, componenti argillosi-bentonitici e da aggiunte speciali minerali. Per la realizzazione dei diaframmi saranno utilizzati circa 50.000 m3 di miscela plastica autoindurente, con impiego di circa 16.000 t di SOLIDUR 274 Speciale.