Elementi Navigazione

01 ottobre 2018

Scrivere col cemento

Da un'iniziativa di LAB Design Touch è nata "concrete pencil", la matita realizzata con una miscela di grafite e cemento.
Presentata in esclusiva al SAIE di Bologna lo scorso ottobre, concrete pencil è un prodotto innovativo che incontra le esigenze di chi lavora nei cantieri e negli impianti perchè permette di scrivere sui muri e su qualsiasi superficie porosa.
Concrete pencil fa parte del progetto "materiaprima®" che per LAB Design Touch rappresenta una sfida ai luoghi comuni, che vedono il design ‘confinato’ nella moda e il prodotto dell’industria emarginato in qualcosa di puramente utilitaristico e, di conseguenza, esteticamente “brutto”.
LAB Design Touch si prefigge l'obiettivo di spingere il design nei settori che tradizionalmente investono poco nell’innovazione della forma andando alla ricerca di una “contaminazione” con altri settori e funzioni, a volte anche apparentemente distanti.

16 luglio 2006

Concrete e OICE: nuove norme per le costruzioni

Martedì 27 giugno 2006 presso il Centro Congressi Frentani di Roma si terrà il convegno "Gli effetti delle norme tecniche per le costruzioni - primo check up degli utilizzatori sul nuovo Testo Unico", organizzato da OICE - Associazione delle Organizzazioni di Ingegneria, di Architettura e di Consulenza tecnico - Economica.
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 settembre 2005, l’importante complesso normativo identifica i livelli di sicurezza e le prestazioni delle costruzioni, unificando le norme su comportamento ed effetti dei materiali e delle strutture.
Obiettivo dell'incontro è la verifica delle reazioni e l’analisi delle criticità delle nuove Norme Tecniche. La tavola rotonda conclusiva fornirà gli elementi critici e le indicazioni operative degli addetti ai lavori, in vista della definitiva entrata in vigore del provvedimento.

In occasione del seminario l'ing. Andrea Bolondi, direttore qualità e grandi lavori di Unical, illustrerà il progetto Concrete, di cui è il coordinatore, iniziativa ideata e promossa da ATECAP (Associazione Tecnico Economica del Calcestruzzo Preconfezionato) e finanziata da AITEC (Associazione Italiana Tecnico Economica del Cemento), ASSIAD (Associazione Italiana Produttori di Additivi e Prodotti per Calcestruzzo) e SISMIC (Associazione Produttori Acciai Sismici per cemento armato).

Il progetto Concrete si realizza attraverso l’azione di una squadra di ingegneri appositamente formati che, muovendosi sull’intero territorio italiano, incontrano i professionisti per proporre un modo di redigere i capitolati d’appalto più aderente alla realtà applicativa del cemento armato e in linea con le nuove Norme Tecniche sulle Costruzioni, affiancandoli e sostenendoli sino a che questa azione di aggiornamento non sarà andata a buon fine.

20 giugno 2006

Le cose cambiano le cose

Oltre 100 persone hanno partecipato il 22 giugno 2006 a “Le cose cambiano le cose – Percorsi d’innovazione tra design e industria” workshop organizzato da LAB Design Touch  in collaborazione con il Centro PATLIB della Camera di Commercio di Torino, che promuove la cultura brevettale e la tutela della proprietà intellettuale.
Dopo l'apertura dei lavori a cura di Alessandro Barberis, Presidente della Camera di Commercio di Torino, Cesare Catena e Maurizio Bazzano, co-fondatori di LAB Design Touch, sotto la regia di Daniele Pianciola, hanno illustrato i progetti materiaprima® e novaform®, realizzati grazie al coinvolgimento di aziende quali Buzzi Unicem, Ferrino, Stabilimenti Tessili Ozella e Industria Materie Plastiche Gallina.
I rappresentanti delle aziende coinvolte hanno manifestato grande soddisfazione e entusiasmo per i progetti realizzati dal LAB, auspicando una maggiore partecipazione delle aziende piemontesi.

materiaprima® è un progetto di ricerca che punta alla realizzazione di oggetti di design tramite l’utilizzo di materiale industriale di primo montaggio, di sue parti o semplicemente di materia prima, sfruttandone le caratteristiche ed esaltandone le proprietà tecnologiche.

novaform® prevede la creazione di elementi di design re-interpretando prodotti di serie, estendendone i campi d’impiego, destrutturandoli in semilavorati da cui materializzare altre idee.

“Le cose cambiano le cose – Percorsi d’innovazione tra design e industria” è un'iniziativa che nasce in prospettiva dell'evento "Torino Capitale Mondiale del Design 2008" e si propone come percorso formativo ed informativo sulle opportunità di innovazione e crescita offerte dall’utilizzo strategico del design da parte delle industrie piemontesi.

LAB Design Touch nasce nel 2004 da un’idea di Marcopolo srl, agenzia pubblicitaria di Torino e riceve l’immediato consenso di DeSide Studio sas e Graphic Center srl, agenzie di comunicazione della stessa città, che collaborano attivamente allo sviluppo del progetto.

L'obiettivo di LAB Design Touch è spingere il design nei settori che tradizionalmente investono poche risorse nella ricerca e nell’innovazione della forma, e dare nuova immagine a quelli che già se ne avvalgono, proponendo una “contaminazione” con altri settori e funzioni, anche apparentemente distanti.

21 aprile 2006

Il calcestruzzo alla prova dell'innovazione

Il Palacongressi della Fiera di Rimini ha ospitato il 23 e 24 marzo la III edizione del Congresso Nazionale dell’ATECAP, Associazione Tecnico-Economica dei produttori di Calcestruzzo Preconfezionato italiani. Il tema di quest’anno è stato l’innovazione normativa e di mercato, di qualificazione e certificazione, ovvero il nuovo mondo che il calcestruzzo del futuro si troverà ad affrontare in un momento in cui ha raggiunto traguardi tecnologici che sino a poco tempo fa sembravano irraggiungibili.

Sono intervenuti diversi esponenti delle imprese associate e delle associazioni di categoria (ANCE, AITEC, AISCAT, Consiglio Nazionale degli Ingegneri) oltre a grandi committenti, accademici e universitari, contractors e aziende fornitrici di macchine, impianti e mezzi mobili.

L'ATECAP, insieme all'AITEC (Associazione Italiana Tecnico Economica del Cemento) ed all'ASSOBETON (Associazione Nazionale Industrie Manufatti Cementizi) ha esposto l'avanzamento del Progetto Ulisse mirato a diffondere e sviluppare la cultura del calcestruzzo di qualità attraverso una ricca produzione editoriale, l'attenzione all'evoluzione della normativa tecnica, la collaborazione con il sistema universitario e dei professionisti e un'assidua attività seminariale e divulgativa di ricerche e studi. Valori fondanti di questo progetto sono l'innovazione, la durabilità e la sostenibilità ambientale dell'ampia gamma dei prodotti e tecnologie esistenti intorno al calcestruzzo, senza dimenticare lo sviluppo tecnologico e diffusione delle caratteristiche di antisismicità ed economicità dei manufatti in calcestruzzo armato e precompresso. Buzzi Unicem ha partecipato a questo importante appuntamento con uno stand nel quale è stata presentata la gamma prodotti e l’eccellenza nell’ambito dello sviluppo sostenibile.