Elementi Navigazione

Archivio News - 2009

12 febbraio 2010

Il nuovo Palacongressi di Rimini

Il centro congressi più grande d'Italia sarà costruito a Rimini con calcestruzzo Buzzi Unicem (Unical).
Il progetto, ideato dall'architetto Volkwin Marg del famoso studio GMP di Amburgo, verrà realizzato su un lotto di oltre 38.000 mq, in cui sono previsti spazi verdi ed una superficie edificabile di 29.000 mq, il tutto costruito ponendo una particolare attenzione all'impatto ambientale.
La principale caratteristica esterna dell'edificio è la grande conchiglia che ospita l'anfiteatro da 1600 posti: situata al primo piano dello stabile, delinea con forme del tutto originali la facciata della costruzione. Disposto su tre livelli, il nuovo Palacongressi prevede tre ingressi con un sistema di foyer che collega le 42 sale, garantendo così una capienza complessiva di 9.300 posti posti a sedere.
 

Per la realizzazione della platea di fondazione è stato utilizzato il calcestruzzo autocompattante SCC Unical Rck 35. Per i getti di sopraelevazione sono stati impiegati calcestruzzi durabili in linea con la normativa italiana ed europea.
A lavori ultimati, Unical avrà consegnato un quantitativo di calcestruzzo di circa 60.000 metri cubi. La costruzione sarà inaugurata nella primavera 2010 e verrà gestita dal Convention Bureau della Riviera di Rimini.

18 novembre 2009

Unical contribuisce a salvare Venezia

Dopo tanti anni di studi e sperimentazioni è finalmente iniziata la terza fase del progetto finalizzato a difendere Venezia, città unica al mondo col suo inestimabile patrimonio di arte e storia, dal distruttivo fenomeno dell'acqua alta. Questa fase esecutiva consiste nella realizzazione ed installazione delle opere destinate ad accogliere le barriere mobili che hanno l'obiettivo di regolare i flussi di marea.
La parte più complessa del progetto è rappresentata dal sistema di sbarramento MOSE (Modulo Sperimentale Elettromeccanico) costituito da una serie modulare di paratoie mobili a spinta di galleggiamento, in grado di isolare la laguna veneta dal Mare Adriatico durante gli eventi di alta marea superiori ad una quota concordata (110 cm) e fino ad un massimo di 3 metri.
Nell'aprile del 2009, Unical ha avviato una collaborazione con la società Clodia Scarl, che ha in affidamento la realizzazione degli interventi alla Bocca di porto di Chioggia. L'accordo prevede lo studio e la fornitura del calcestruzzo necessario per la prefabbricazione dei cassoni del corpo diga. L'impianto di betonaggio Unical, posizionato sull'isola di Pellestrina e operativo dal luglio 2009, realizzerà, in 30 mesi, 8 cassoni prefabbricati per un totale di 80.000 m3 di calcestruzzo.

30 luglio 2009

Un nuovo Presidente per ERMCO

ERMCO, Federazione Europea del Calcestruzzo Preconfezionato, che raccoglie le associazioni nazionali dell’industria del calcestruzzo in Europa, ha eletto come Presidente per il prossimo triennio Andrea Bolondi, Direttore Operativo di UNICAL SpA, azienda del gruppo Buzzi Unicem leader nel settore del calcestruzzo preconfezionato in Italia. Andrea Bolondi ricopre già la carica di Vice Presidente  Atecap - Associazione Tecnico Economica del Calcestruzzo Preconfezionato - e Coordinatore del "Progetto Concrete".
ERMCO, fondata a Monaco nel 1967 e oggi con sede a Bruxelles, comprende 21 membri ufficiali in ambito europeo, 3 associati (Sud America, Stati Uniti e India) e 1 aggregato (Russia). La federazione intende sviluppare e favorire l’adozione di sistemi di progettazione e realizzazione di strutture in calcestruzzo che seguano standard e codici europei. Particolare attenzione viene posta ai temi dell’ambiente e dell’edilizia sostenibile.

30 aprile 2009

Online il Bilancio di Sostenibilità 2008

Lo scorso 28 Aprile è stato presentato all'assemblea degli azionisti il Bilancio di Sostenibilità 2008.
Esso illustra le performance sociali, ambientali ed economiche connesse alle attività svolte dal gruppo durante il 2008, in linea con l'approccio consolidato nel corso degli ultimi anni. La struttura ed i contenuti seguono la logica della continuità, registrando nel 2008 un affinamento del sistema di reporting ed il raggiungimento del massimo livello di applicazione A+ secondo il GRI (Global Reporting Initiative).
Questo risultato è da considerare come un concreto riconoscimento dell'impegno dedicato ad evolvere sia il contenimento degli impatti ambientali sia il consolidamento e lo sviluppo dei rapporti con i nostri portatori di interesse. Inoltre, l'anticipazione dei tempi di pubblicazione ed il concept di comunicazione condiviso con il bilancio consolidato, consente di ritenere la sostenibilità come un tema materiale all'azienda. Il bilancio di sostenibilità viene stampato in tre lingue: italiano, inglese e tedesco.