06 Novembre 2013

Progetto “The Role of Cement in the 2050 Low Carbon Economy”

Cembureau, organizzazione che rappresenta l’industria del cemento in Europa, ha lanciato il progetto “The Role of Cement in the 2050 Low Carbon Economy” a cui Buzzi Unicem ha partecipato tramite AITEC, l’associazione del cemento italiana.
Lo scopo del progetto è di trovare soluzioni per ridurre le emissioni di CO2 derivanti dal processo di produzione del cemento con le attuali e future tecnologie, con un ipotetico termine al 2050. Ma non solo. Un altro obiettivo che il Cembureau si pone è di riuscire a realizzare costruzioni in calcestruzzo con minor consumo energetico: rispetto agli altri materiali da costruzione, infatti, il calcestruzzo può giocare un ruolo importante per la sua durata e per il potere isolante. Studi rivelano che, se progettate correttamente, le costruzioni in calcestruzzo consumano fino al 75% in meno di energia durante il loro ciclo di vita, per cui opportuni investimenti su nuovi prodotti e un’applicazione innovativa potranno contribuire ad abbattere notevolmente le emissioni.

Sul tavolo, molte altre idee per rendere l’industria del cemento europea sempre più sostenibile, come ad esempio: le costruzioni innovative a basso consumo energetico, nuove soluzioni per il trasporto del materiale con minor impatto sull’ambiente, costruzioni sempre più verticali in previsione di una popolazione mondiale che nel 2050 dovrebbe raggiungere i 9 miliardi e numerosi progetti su larga scala per sfruttare meglio le risorse naturali quali vento, maree e sole.