Elementi Navigazione

La Storia

Anni 60 e 70: PlusBeton spa, la prima centrale di betonaggio

Inizia la produzione di calcestruzzo preconfezionato in Italia

Nel 1967, il gruppo Fratelli Buzzi è tra i primi in Europa a iniziare la produzione di calcestruzzo preconfezionato, fondando la società Plusbeton S.p.A. con una centrale di betonaggio installata a Torino. Prima di allora, il calcestruzzo veniva prodotto in cantiere direttamente dalle imprese di costruzione.
Tre anni dopo, nel 1970, grazie all’acquisizione di Calcestruzzi Torino, il gruppo Fratelli Buzzi diventa un importante riferimento nel mondo del calcestruzzo preconfezionato nel Nord Ovest.

Anni 80 e 90: la nascita di Unicalcestruzzi S.p.A.

Crescita, successi e innovazione

Nel 1987 Unicem costituisce Unicalcestruzzi S.p.A.. Nei primi anni 90 la società avvia un forte processo di acquisizioni ed espansioni in Sardegna, Sicilia, Veneto, Friuli, Lazio ed Emilia sia direttamente che tramite società operanti in queste regioni. Qualche anno più tardi, nel 1998, nell’ambito del piano industriale Buzzi Cementi – Unicem, si realizza la fusione delle attività appartenenti ai due gruppi industriali nel settore del calcestruzzo preconfezionato sotto il nome di Unicalcestruzzi S.p.A. Con la fusione, entrano a far parte di Unicalcestruzzi: Ubical nel Sud della Lombardia, Betonval in Toscana (come partecipata) e un numero significativo di impianti della Calcestruzzi S.p.A. del Gruppo Ferruzzi. A fine anni 90, Unicalcestruzzi arriva ad annoverare 100 impianti di calcestruzzo, circa 30 tra cave intere e impianti di frantumazione.

Il nuovo millennio

L’evoluzione del calcestruzzo

Nel 2001, Unicalcestruzzi adotta e utilizza la denominazione sociale Unical S.p.A. e ingrandisce la sua attività acquisendo la Fratelli Napoli S.p.A. che possiede impianti a Fossano (CN) e la Calcestruzzi Margotti s.r.l. con 5 impianti siti in provincia di Ferrara. La crescita non si arresta e, nel 2005, vengono annoverate nel gruppo altre società: Vielle Calcestruzzi S.r.l. e Novabeton S.r.l. con impianti siti rispettivamente a Gallarate (VA) e a San Maurizio Canavese (TO). Il processo di espansione comprende nel 2007 l’acquisizione di Betonval S.p.A. e, due anni più tardi, l’inclusione di Calcestruzzi Nord Ovest e Beton Biella, nonché di rami d’azienda dal Gruppo Valente, che complessivamente hanno consentito di ampliare con ben 11 impianti l’operatività in Piemonte.

Dal 2010 a oggi: Unical tra tecnologia e innovazione

Unical riscrive la storia del calcestruzzo

Nel 2010 Unical è protagonista di uno dei momenti più significativi della storia delle costruzioni: la realizzazione di una platea monolitica per il Palazzo Intesa San Paolo di Torino con una fornitura di 12.500 m³ in 83 ore di getto in continuo. Negli anni a seguire, si completano acquisizioni e fusioni, così da potenziare la presenza in Emilia (Rinascita Calcestruzzi S.p.A – 2012 e Rio Beton - 2015), e in Lombardia ( Monvil Beton – 2016).
Nel 2019, Unical segna un altro primato realizzando la più grande piastra di fondazione in Europa con getto in continuo di 33.000 m3 di calcestruzzo e impiegando 106 persone in 94 ore. Contribuisce così alla costruzione nell’ex area Expo di Milano del nuovo Istituto Ortopedico Galeazzi, un edificio di 16 piani che raggiungerà i 90 metri di altezza. Insieme alla ricerca e all’innovazione, Unical si riconferma come azienda che opera nel rispetto dei criteri in ambito sostenibile e diventa nel 2019 il primo produttore di calcestruzzo in Italia a conseguire la certificazione RSS/CSC per alcuni impianti, attività che prosegue in tutto il 2020.